16-12-2011 - Progetto Mattia Rigon - 349.8621872, 349.8150570

Vai ai contenuti

Menu principale:

16-12-2011

Pubblicazioni
www.GAZZETTINO.it

Campodarsego Per Mattia il regalo è la solidarietà

Venerdì 16 Dicembre 2011,
(L. Lev.) Mattia aspetta impaziente il Natale, come tutti i bambini. E sotto l'albero troverà tantissimi regali, ma forse quello più importante l'ha già ricevuto. È la gara di solidarietà di molte persone che si sono prese a cuore la sua storia e quella di papà Stefano Rigon e di mamma Anna. Una gara che ha coinvolto tutti: privati cittadini, associazioni, parrocchie, la Caritas, e che ha solleticato la fantasia di quanti hanno ideato iniziative e manifestazioni a favore del progetto Mattia. Grazie ai soldi raccolti i genitori del piccolo, che a gennaio compierà cinque anni, hanno potuto sostenere le spese per il viaggio in Israele dove Mattia, affetto da iperglicinemia non chetotica, una malattia metabolica ereditaria, è stato sottoposto al secondo ciclo di terapie a base di dopamina, il farmaco utilizzato per la biocorrezione. «Mattia ed Anna - racconta papà Stefano - sono rientrati a fine novembre e gli effetti si vedono: Mattia è attento, muove il braccino e le crisi epilettiche sono quasi scomparse. Devo ringraziare ancora una volta il grande cuore di tutti coloro che ci hanno aiutato, davvero grazie a tutti». E le iniziative per Mattia, in vista del terzo ciclo di terapie in programma nella prossima primavera, si moltiplicano: domani, alle 15.30, 17.15 e 20.45, gli spettacoli «Stelle per Mattia», allestito dalle allieve dell'ASD Danza La Cenerentola all'auditorium «Ramin» di Cadoneghe. Ma la solidarietà ha varcato i confini della Regione: «dei nostri amici che vivono a Roma da anni stanno organizzando il mercatino per raccolta fondi. E poi mi hanno contattato anche aziende che hanno fatto un colletta interna: è bellissimo a Natale avere attorno tanta umanità a voglia di aiutare».


 
Torna ai contenuti | Torna al menu